In questo articolo:
SOSTENIBILITA’ AZIENDALE 
B CORP 
SDG: SUSTAINABLE DEVELOPMENT GOALS 

 

Nell’ultimo decennio la sfida principale delle aziende ha riguardato principalmente un tema: il digitale. 

Viviamo in un’epoca in cui il progresso incalza, guida le nostre vite, le condiziona al punto che le nostre scelte vanno di pari passo con gli algoritmi che decidono cosa dovremmo vedere e analizzano quello che facciamo. 

Siamo sommersi in un mondo di computer, smartphone e dispositivi intelligenti: sono parte delle nostre vite e non ne possiamo fare a meno.

Siamo abituati ad avere quello che vogliamo, dove, come e quando lo vogliamo. 

Viviamo nell’era della personalizzazione, dell’automazione e della digital transformation.

Abbiamo notato questi cambiamenti vivendoli da utenti, da consumatori e qualcuno anche da creatore. 

Ma dal punto di vista aziendale? 

Se c’è chi ha saputo cogliere da tutto questo contesto immense opportunità, c’è anche chi ha visto la fine del proprio business. 

Nel mezzo di questi due estremi c’è la stragrande maggioranza, ovvero coloro che stanno attuando o hanno già attuato una trasformazione digitale. 

Il progresso però incalza e mentre c’è chi ancora fa i conti con questa sfida, una nuova ondata di cambiamento arriva col nuovo decennio: la sostenibilità. 

Parlando di sostenibilità vengono in mente i Fridays for Future di Greta Thunberg, il Partito Verde Europeo, le discussioni attorno al riscaldamento globale e così via.

Ma nel business? Quand’è che un’azienda può considerarsi sostenibile? 

Si prendono a riferimento persone e pianeta: se l’operato aziendale e il modello di business impattano positivamente su lavoratori, comunità, ambiente e clienti, dal principio della catena del valore fino alla fine, allora l’azienda può dirsi sostenibile. 

Poiché l’impatto positivo è supportato da trasparenza e responsabilità, il tutto può essere certificato: B Corp, rilasciata dall’ente no profit B Lab, è l’unica certificazione che riconosce alle aziende elevati standard sociali e ambientali, andando a misurare l’impatto che queste hanno nelle persone e nell’ambiente, valutando l’impegno e l’eccellenza, attuali e nel lungo termine. La B di B Corp sta infatti per “beneficial” e attualmente 3235 aziende, appartenenti a 150 settori, di 71 Paesi, hanno raggiunto questo riconoscimento.  

L’impegno delle singole imprese parte dall’esigenza di fare qualcosa, al di là delle imposizioni dei vari governi, per un ambiente più sano e comunità più forti. Le aziende hanno dunque un ruolo chiave e determinante per lo sviluppo sostenibile. A conferma di questo è intervenuta più volte anche l’ONU.

Nel 2015 infatti, l’ONU ha definito 17 Sustainable Development Goals (SDG), obiettivi di sviluppo sostenibile, invitando le imprese di tutto il mondo a dare il proprio contributo attraverso nuovi modelli di business responsabile, investimenti, innovazione, sviluppo tecnologico e attivazione di collaborazioni multi-stakeholder. 

Perchè?

Secondo Lise Kingo, Executive Director UN Global Compact, perseguendo gli obiettivi di sviluppo sostenibile, le imprese avrebbero la possibilità di identificare nuove opportunità di business, potenziare i rapporti con gli stakeholder, stabilizzare i mercati, grazie alla promozione di sistemi finanziari trasparenti e non corrotti, nonché identificare, gestire e monitorare i rischi. 

SDG

Questi obiettivi, fissati per il 2030, rivolti a governi e istituzioni, società civile e organizzazioni no profit, intendono essere una spinta soprattutto per il mondo del business.

Così come per la Digital Transformation, si tratta anche in questo caso di un nuovo modo di fare business, di un nuovo mindset, di una nuova struttura aziendale, di una nuova regolamentazione e soprattutto di nuovi valori. 

Potremmo parlare di Sustainable Transformation.

Si tratta di cambiamenti necessari, in virtù della sensibilità del consumatore e delle problematiche ambientali sempre più gravi. 

Si tratta di una nuova sfida, si tratta di sviluppo sostenibile.  

 


RECAP:

 Se l’operato aziendale e il modello di business impattano positivamente su lavoratori, comunità, ambiente e clienti, dal principio della catena del valore fino alla fine, allora l’azienda può dirsi sostenibile.

 Le B Corp sono aziende certificate che soddisfano i più alti standard di prestazioni sociali e ambientali, trasparenza pubblica e responsabilità legale per bilanciare profitto e scopo.

 L’ONU ha definito 17 Sustainable Development Goals (SDG), obiettivi di sviluppo sostenibile, invitando le imprese di tutto il mondo a dare il proprio contributo attraverso nuovi modelli di business responsabile, investimenti, innovazione, sviluppo tecnologico e attivazione di collaborazioni multi-stakeholder.

Categorie: NEWS & VIEWS

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *