Fare la differenza un capo alla volta.
È questa la missione di Elena Prestigiovanni,
Founder di Good Sustainable Mood,
la startup innovativa e sostenibile di Parma
entrata nell’acceleratore di Startup più grande al mondo.

Tra i tessuti nuovi inseriti da Elena nel mercato ce n’è uno realizzato partendo dal latte…

 

Come nasce Good Sustainable Mood?

Ho lavorato come buyer in ambito Italiano ed Europeo per diversi anni e la ricerca è sempre stata la mia più grande passione. A questa mia esperienza professionale vissuta dal lato della produzione si è aggiunta però un’esigenza personale lato consumer. L’idea di Good infatti è nata proprio da un bisogno, da una mia esigenza come consumatrice: cercavo delle scarpe che non fossero in pelle, ma l’offerta estetica non era in linea con i miei gusti.
Da questa esperienza ho avviato la mia ricerca e ho iniziato a scoprire un mondo fatto di nuovi materiali innovativi e sostenibili, che mi hanno subito affascinata tantissimo.
Ho deciso quindi di intraprendere un mio percorso imprenditoriale testando un po’ il mercato, aprendo nel 2017  il primo concept store in Italia dedicato esclusivamente alla moda sostenibile. Ho pensato che potevano esserci altri consumatori attenti come me sia all’etica che all’estetica di un capo di abbigliamento e in effetti eravamo proprio in tanti! Dal concept store al brand di abbigliamento il passo è stato breve e naturale: nel 2019 ho registrato il marchio Good Sustainable Mood e nella primavera 2020 è arrivata la prima produzione. Il punto di partenza sono stati i tessuti innovativi e una produzione zero waste. Oggi lanciamo un nuovo format che coinvolge in prima persona l’utente consumatore nel nostro processo sostenibile.

 

Con “Facciamo la differenza un capo alla volta” avete lanciato un messaggio forte: puoi spiegare brevemente come si concretizza questo manifesto?

Il settore della moda è il secondo più inquinante al mondo. Giusto per intenderci: al primo posto c’è l’industria petrolifera. L’avresti mai detto? Se ci pensi siamo vestiti tutti i giorni, 24h al giorno, 7 giorni su 7, per tutta la vita… Anche il meno modaiolo è coinvolto in prima persona in tutto questo e, così come siamo responsabili dell’impatto ambientale, dobbiamo anche essere responsabili del cambiamento. Con il nostro messaggio vogliamo proprio trasmettere questo e mettere al centro il consumatore dandogli importanza, valore e responsabilità. Se tutti facciamo un piccolo passo possiamo davvero fare la differenza.

 

Cosa significa per voi il termine sostenibilità?

La sostenibilità per noi si concretizza in ciò che siamo e che facciamo: dal modello di business, alla scelta delle materie prime, dalle strategie implementate alla visione che ci guida.
Partendo dal sistema produttivo, siamo impegnati in prima linea nella Circular Economy.
Lo si vede in primis dalle materie prime utilizzate: investiamo ogni giorno in ricerca di tessuti innovativi e sostenibili, in un modello di produzione e consumo zero waste che assicuri il più basso impatto ambientale possibile.  L’aspetto di innovazione e sostenibilità dei nostri tessuti è dovuta al fatto che
 lavoriamo con fibre naturali e con materie prime secondeUn esempio per eccellenza è rappresentato dalla nostra fibra di latte, derivata dallo scarto di produzione della filiera alimentare.
Ma questa è solo una parte. Infatti, con il nostro sistema di Pre-Order possiamo stimare quanti pezzi venderemo da un unico prodotto: produciamo quindi ciò che vendiamo secondo il principio della sufficienza dell’economia circolare.
Infine, la centralità della filiera: scegliamo di essere Made in Italy e collaboriamo con le eccellenze del nostro territorio in modo da conoscere con esattezza ogni elemento che contribuirà al prodotto finito.
La visione sostenibile di Good Sustainable Mood è a lungo termine e con i nostri progetti lo stiamo confermando.

 

 

Dal 13 luglio siete parte dell’ecosistema Le Village di Crédit Agricole come start up innovativa e sostenibile: cosa significa per voi?

Orgoglio e opportunità. Ad oggi contiamo una distribuzione wholesale in Italia e un e-commerce con distribuzione europea, ma Le Village by Crédit Agricole è l’acceleratore di startup più grande al mondo quindi ci apre le porte di nuovi partner, investitori e piani di internazionalizzazione. Si tratta dunque di un altro passo importante del nostro percorso che ci porta ad avanzare verso i nostri obiettivi di crescita.

 

Il 16 luglio segna il lancio del nuovo format d’acquisto zero waste: di cosa si tratta?

Partiamo da una premessa (e qualche dato). Viviamo in un mondo dove vengono prodotti tra gli 80 e i 100 miliardi di capi d’abbigliamento l’anno e meno dell’1% dei materiali usati viene riciclato.
L’industria della moda produce annualmente 92 milioni di tonnellate di rifiuti: ogni secondo viene buttato in discarica l’equivalente di un camion di spazzatura pieno di vestiti.
Come vi dicevo prima siamo tutti responsabili dell’impatto ambientale e dobbiamo quindi essere responsabili anche del cambiamento.
Ecco perchè a tutto questo noi rispondiamo con i
Pre-Order: la nostra proposta per uno shopping intelligente che contribuisce a eliminare gli sprechi di produzione e i deadstock. 
In particolare, giovedì 16 Luglio alle 00.01 abbiamo lanciato il nostro pre-order della t-shirt in fibra di latte che sarà possibile acquistare fino alle 23.59 del 23 Luglio.

Un consiglio agli imprenditori che devono ancora iniziare a muovere i primi passi verso la sostenibilità.

Siate trasparenti, prima di tutto. Fare greenwashing è sicuramente controproducente, per tutti: ambiente e persone. Se non si ha una concretezza dietro ai valori che si portano avanti il gioco dura poco e i consumatori, oggi più che mai, sono giustamente molto attenti.

Chiaramente si parla di impresa e per far si che i progetti possano durare è importante avere un’idea progettuale ed economica ben definita, che possa far crescere e consolidare questi valori che nel 2020 sono ormai fondamentali. 

 


Vuoi saperne di più? Visita Good Sustainable Mood

Categorie: DIRECT

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *